sabato 13 dicembre 2014

#iosonogiacomo - 3° Shooting domenica 14 (domani)


Io sono Giacomo. No, io sono Carlo, conosciuto da voi come Charlie, ma Domenica diventerò Giacomo. Non è un disturbo della personalità ma un semplice gesto di sensibilizzazione quello che, domani, mi porterà a farmi fotografare per la campagnia #iosonogiacomo organizzata da Aeper. In parole povere questa "piccola" mobilitazione sociale si prefigge lo scopo di sensibilizzare il tema del disagio psichico e di lotta allo stigma. La Cooperativa Sociale Aeper da anni (decine) si occupa di salute mentale e aiuta chi soffre di questo malessere sociale con svariati progetti, dalla comunità psichiatrica "Villa Fiorita" a Brembilla a progetti di residenzialità a inserimenti lavorativi e tanto altro...

Il sito web di Aeper ci spiega, molto brevemente, chi è Giacomo: 

"Giacomo disegna, ama i fumetti, ha un lavoro. Giacomo ha una vita normale. Poi qualche cosa si spezza, e tutto quello che era semplice e naturale poco prima, diventa faticoso e ingestibile. Giacomo è un uomo la cui esistenza si è interrotta e che ha dovuto trovare un modo nuovo, risorse differenti, per riprendere la sua esistenza. Un uomo con un disagio psichico che si è curato, che ha trovato un nuovo equilibrio, che è caduto e si è rialzato."

Per la sessione fotografica è stato realizzato anche un simpatico video (che se è stato fatto utilizzando gli stessi pippottini del video delle sentinelle e ciò mi fa storcere il naso) che potete vedere qui sotto:

video

Aeper tiene a precisare che #iosonogiacomo è stato realizzato grazie al sostegno della Fondazione della comunità bergamasca, in collaborazione con l'agenzia creativa NOK NOK e con la fotografa Emanuela Colombo. La campagna vede adesioni anche nel mondo della politica con Giorgio Gori e dello sport, della Tv, e di molti personaggi noti che hanno prestato il proprio volto a #iosonogiacomo. Qui vieni in gioco tu, che stai leggendo questo articolo, perché Domenica 14 Dicembre, dalle 15 alle 19, anche tu potrai farti fotografare per sviluppare empatia e far riflettere chi ti sta intorno sui tanti disagi psichici che Bergamo nasconde dentro l'armadio. L'appuntamento è presso l' Associazione InNOVA BERGAMO di via Monte Sabotino n° 2 per il terzo shooting della campagna. Io ci sarò per metterci la faccia, e voi? Qui il link dell'evento Facebook.

Chiudo con questa frase, riportata nel comunicato stampa della campagna: "In questo senso #IOSONOGIACOMO: ognuno di noi può essere la persona che vive una condizione di difficoltà, magari temporaneamente, ed anche per questo motivo far crescere la sensibilità verso forme di integrazione ed inclusione di chi vive il disagio psichico può favorire un ambiente migliore per noi stessi e per i nostri familiari."

#iosonogiacomo in bicicletta,

Charlie Capotorto.

© Riproduzione riservata.


Nessun commento:

Posta un commento